Blog Article

Fondazione e impero

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

51aAVhSlLEL

 
Titolo: Fondazione. Il ciclo completo
Autore: Isaac Asimov
Pagine: 1476
Prezzo: € 32
Uscita: 03 giugno 2020
Genere: Fantascienza
Casa Editrice: Mondadori
 

Personaggi

65%

Worldbuilding

75%

Fluidità

85%

Cover

80%

E il Finale?

80%

Nel tentativo di limitare a pochi secoli il periodo di barbarie che sicuramente subentrerà alla caduta dello smisurato Impero Galattico, lo psicostoriografo Hari Seldom da vita alla Fondazione, una organizzazione di scienziati e mercanti che avrà il compito di riportare la civiltà nella Galassia. Il volume comprende i romanzi: Preludio alla Fondazione; Fondazione anno zero.

Scarabocchio: La maratona continua, rimaniamo nella confort zone della trilogia originale, quella che si ama. 

Se vi diete persi i primi tre titoli, eccovi serviti: 

- Preludio alla fondazione (qui)
- Fondazione anno zero (qui)
- Prima fondazione (qui)

 

∞ FONDAZIONE E IMPERO ∞

5bdc0a5a59ba67aaee0337d495fb3e88

 

Questo capitolo è suddiviso in que parti, e tra le due storie passano la bellezza di ottant'anni. 

Nel primo caso, abbiamo il generale Bel Riose che viene mandato a fare "il vivile" sui pianeti di periferia e guarda caso, in qualche modo viene a conoscenza di informazioni e supposizioni che riguardano il Progetto Seldon e l'intenzione di creare una nuova Fondazione, più stabile di quella attuale. Non concorde con quest'idea, parte alla conquista dei pianeti per sedare ogni cosa. Ma com'è giusto che sia, i calcoli matematici possono sbagliare di poco e la sua marcia viene arrestata in un moto non tanto simpatico. 

Questo mette in salvo il futuro? Ferma la guerra? 

Poi però a questo punto, passano molti anni ed io inizio a capire poco. Lo so, vi ho detto che Asimov è fantastico ma vi ricordate quando ho specificato che non parla di combattimenti ma di dibattiti? Ecco, siamo arrivati in un punto della storia in cui tutto è collegato con tutto ed un piccolo indizio detto in uno o due libri fa, ora fanno la differenza. 

Considerati gli anni che passano (siamo già a 150 se non di più) e la moltitudine di personaggi che vanno e vengono, non è semplice. 

Nuovi intrighi, nuove conferme sull fatto che anche solo con un calcolo matematico (anche se molto complesso e con mille varianti) noi siamo perennemente destinati a innescare guerre. Cosa vi ricorda? 

Mi ripeto. Asimov è potente proprio perchè risulta ancora attuale.

Search

Latest News

Unisciti alla Newsletter

Don't worry we hate spam!

Iscriviti

I agree with the Privacy policy

Search