Blog Article

Morto tra una settimana... O ti ridiamo i soldi [FILM]

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Leslie, assassino professionista in età ormai avanzata, non è più così fortunato nel suo lavoro. Il suo nuovo boss lo ha costretto a cercare potenziali "clienti" nei posti in cui sono soliti commettersi molti suicidi per ritardare di un anno il suo andare in pensione. Dopo un incontro casuale su un ponte, Leslie viene reclutato dal giovane William, che ha fallito diverse volte il tentativo di togliersi la vita. Con un contratto firmato, William attende di morire entro una settimana ma la sua vita prende improvvisamente una piega inaspettata. Tuttavia, un contratto è un contratto e William non potrà facilmente cambiare idea.

William è un giovane ragazzo che vorrebbe farla finita.

Si sente stanco della vita e non riesce a trovare un posto dove si senta veramente realizzato. Non ha una persona da amare, vorrebbe pubblicare il suo libro ma nessuno sembra interessato e cosa più assurda di tutte, sembra che la Morte non lo voglia. Con una sequela imbarazzante di tentativi, non riesce a morire. 

Preso così dalla disperazione, ingaggia il simpatico Leslie, assassino professionista ormai prossimo alla pensione. 

Il contratto stipulato, sembra provvidenziale per tutti e due. Il primo, che anche se non può scegliere la morte eroica che vorrebbe, potrà finalmente ottenere almeno una delle cose che vuole e l'altro, raggiungerà finalmente la quota che ogni dipendente deve raggiungere per tenersi il posto. 

L'immagine può contenere: 1 persona

Ovviamente, non poteva andare tutto secondo i piani, perchè all'improvviso, una vera Gioia bussa alla posta di William ma è solo quando arriva alla seconda che finalmente, decide che non vuole più morire. 

 

Il film è decisamente esilarante anche se, tratta di un argomento decisamente poco divertente. 

La depressione e la morte ma anche la solitudine.

Certo, per Leslie è facile aiutare le persone che la vogliono far finita, questo è il suo lavoro ma è difficile non provare empatia per il ragazzo.

L'uomo vede in lui il futuro che avrebbe potuto avere ma quell'anima gli serve per arrivare al minimo indispensabile e non perdere il lavoro che tanto ama. Per contro, il ragazzo dopo aver passato una vita grigia e piena di incertezze, si affida all'unica persona che potrebbe aiutarlo ma nel momento sbagliato perchè finalmente, trova la sua strada e non vuole più abbandonarla. 

Questo film racconta due storie che danzano insieme. 

 

L'immagine può contenere: 2 persone, spazio al chiuso

Aneurin Barnard mi è piaciuto moltissimo, con quell'aria da persona malaticcia che soffre troppo per l'incertezza della vita. 

Mi è piaciuta la sua cocciutaggine ma anche la fragilità con cui affronta tutto. Ho apprezzato tantissimo com'è riuscito a descrivere il vuoto che sente dentro, facendo sì che fosse anche il nostro. 

Ho trovato invece uno scherzo la sua fine, anche se oggettivamente, non posso dire che sia una vera fine.

Il film finisce lasciando in sospeso molte cose e così, anche lui.

Viene fatto di proposito, per dare allo spettatore la possibilità di scegliere? Dato il film, potrebbe anche essere però da anche un senso di sconfitta infinita e l'unica cosa che effettivamente puoi pensare, è che il Karma sia un grandissimo ****.

 

Tom Wilkinson mi ha fatto una tenerezza infinita, anche se stiamo parlando di un killer professionista. 

Lui ama il suo lavoro, si sente utile nel dare una mano alle persone che vogliono arrivare ad avere una fine digitosa. Però la vecchiaia avanza inesorabile e quelli giovani, come Ivan, riescono a portare a casa un profitto maggiore e ormai, anche più accurato. Quindi, per Leslie, il contratto con il ragazzo è una cosa necessaria e ci mette anima e corpo per riuscire a concluderlo. Arriva anche ad andare contro il suo capo, pur di tenere il suo posto. 

Questo però coinvolge cose ben più grandi e anche se fa strano dirlo, ci andranno di mezzo anche i suoi amati canarini. 

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute, tabella e spazio al chiuso

Adorabile anche la moglie, che alla fine mi ha fatto più paura di tutti. 

Sospetto che Penny, sia una sociopatica che si tiene a freno a stento. Lo dimostra quando finalmente tira fuori il coltello da sotto il cusino, pronta a dimostrare che per difendere il marito sarebbe disposta ad uccidere il capo dei sicari. 

Tutto però, condito con un sorriso. 

 

Freya Mavor l'ho invece trovata molto scialba ma, oggettivamente utile alla storia. 

Riesce a far uscire William dal suo stato catatonico di accettazione però, insomma, per la maggior parte del temo ho sbadigliato quando c'era lei che interveniva. 

 

Il film, esce oggi nelle sale italiane e mi sento di dirvi che alla fine, andrebbe visto. 

Quantomeno, usciti dalla sala, apprezzerete maggiormente la vita che state vivendo. 

Search

Latest News

Unisciti alla Newsletter

Don't worry we hate spam!

Red Kedi's World

BLG YOU FB INS TWT PIN

Search