Blog Article

Rosa Teruzzi [INCONTRO/16]

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
E quando lui, alla fine, la molla umiliandola davanti a tutti, questa donna tutta d’un pezzo va in frantumi. Le regole che le sembravano ancore a cui aggrapparsi, l’hanno tradita: e allora sceglierà lei, da quel momento, quelle da seguire. E la sua regola sarà prendersi quello che vuole.

Lo so, ormai sono ovunque, peggio del prezzemolo ma no! 

Non sono stata ingabbiata, tranquilli. I due loschi figuri in divisa non sono venuti ad arrestarmi, lo sapete che non mi avranno mai. 

L'ometto al mio fianco fa parte della mia famiglia e la sua collega deve avermi visto in tutte le salse nell'arco della mia giovane vita... quindi respirate tranquilli, starò con voi ancora per molto.

Comunque, indovinate chi è quella bella donnina con la camicia bianca?

Dai, io lo so che siete bravi. 

No? Ma come??

Su, vi aiuto un pochino... è una scrittrice!

ahahahahah si ok, un pò troppo generico questo aiutino. Vediamo.... ah ecco! Il suo libro è uscito l'8 Settembre per la Sonzogno. 

Dai, così è facile. 

No? Ancora nessun colpo di genio? 

Ma dai, siete sicuramente passati dalle mie parti i primi di settembre, avrete sicuramente visto il Blogtour... Si ecco, vedo illuminarsi i vostri volti! Ci siete! 

Rosa Teruzzi!

Questa splendida donna è la mente dietro la storia di La sposa scomparsa, di cui vi parlerò nei prossimi giorni. 

Mercoledì però ho avuto l'onore ed il piacere di incontrarla a tu per tu e di poter chiacchierare con lei anche di cose che non centravano nulla con l'incontro. 

Cosa penso di lei? 

Che tutti gli Autori dovrebbero assomigliarle almeno un pò. 

Rosa è una persona passionale anche se forse non se ne rende conto del tutto. Parla dei suoi personaggi e delle sue passioni con un trasporto che mi è tornata quell'insana voglia di continuare il mio racconto (si, quando mi parte l'embolo scrivo ma fa molto l'elastico e quindi ancora non ho concluso na cippa) e ci svela tratti della sua vita che sembrano così incredibili che quasi mi sono messa a ridere quando ci ha svelato che non si sente una persona avventurosa. 

Cara Rosa, quanto ti sbagli!

La sua voce è sempre calma ma porta con se una nota di speranza verso il mondo che quasi commuove. Ci ha parlato della sua passione per i tram e della magia che vede attraverso i finestrini. Ci ha raccontato di una milano che viviamo tutti con occhi differenti. 

Eravamo in poche ma forse per noi è stato un bene perchè ci siamo sentite vicine. 

Alcune di noi registravano l'incontro, altre prendevano appunti ma io ho preferito ascoltarla con il cuore perchè in quel libro non potevo fare altro. 


Ammetto che sono arrivata lì con molti dubbi. Non tanto per il modo in cui il libro era stato scritto ma per certi personaggi. Libera e Vittoria sono due figure che poco apprezzo e volevo capire meglio la loro nascita ed il perchè della loro presenza con dei caratterini del genere. Il bello degli incontri è proprio questo. Poter chiedere tutto direttamente al creatore. Rosa è stata amorevole con noi, spiritosa e attenta. Partecipe dei nostri dubbi e delle nostre emozioni. 
 

Con alcune anticipazioni per il futuro, siamo andate via soddisfatte perchè sapevamo che alla fine il nostro non era un'addio. Come ho detto, nei prossimi giorni vi parlerò nel dettaglio del libro!
 

La giornata è stata meravigliosa ed io sono contenta di esser qui, con voi e con il cuore, con loro che mi permettono di fare queste cose meravigliose. 

 
La sposa scomparsa di Rosa Teruzzi
Tags:

Search

Latest News

Search