La vita invisibile di Addie LaRue [ANTEPRIMA]

La vita invisibile di Addie LaRue [ANTEPRIMA]

La vita invisibile di Addie LaRue
  • Personaggi 75% 75%
  • Worldbuilding 80% 80%
  • Fluidità 70% 70%
  • Cover 70% 70%
  • E il finale 80% 80%

La vita invisibile di Addie LaRue [ANTEPRIMA]

Recensione: Cosa siete disposti a sacrificare, per i vostri sogni?

Adeline vorrebbe vivere libera dai pregiudizi del suo paese e dalle regole imposte di tutti. Non vuole vivere una vita fatta di scelte sue, anche a costo di rimaner sola per tutta la vita. La vecchia del paese prega ancora il vecchio dio e ad un certo punto, le insegna come fare e la raccomanda di non pregare mai chi arriva al calar del sole.

Adeline cresce sempre con la stessa voglia di esser libera ma, ad un certo punto si trova invischiata in un matrimonio che non vuole. Così, proprio quel fatidico giorno, tenta l’ultima volta e qualcuno, ascolta finalmente la sua preghiera. Cos’è disposta a barattare, per la sua salvezza?

Esser dimenticati ogni volta che la gente smette di guardarci, è una sofferenza che non ha nome. Viver così per trecento anni, lo è ancora di più. 

Addie ha barattato la sua anima, scomparendo dai ricordi di qualsiasi persona al mondo e nessuno, in futuro, avrà modo di ricordarsi di lei. Addie non ha modo di lascire un suo segno, non si ammala e non si fa del male, non può posseder nulla al di fuori di ciò che si porta dietro e non invecchia mai. 

In un certo senso, mi ha ricordato molto Adaline – L’Eterna giovinezza.

La nostra protagonista può vivere facendo più o meno quello che le pare, senza aver nessun tipo di legame con qualcuno e se da un lato è estremamente divertente perchè vuol dire che non esistono regole mortali per noi, dall’altro vuol dire che non ci sarà mai modo per metter radici. 

Eppure, un giorno qualcuno si ricorda di lei e da quel momento, inizia la sfida contro l’essere che le ha concesso la vita eterna. 

Questo libro mi è piaciuto più del previsto, sono entrata molto in sintonia con Addie perchè pur potendo fare quello che vuole, fa le cose “illegali” solo per lo stretto necessario e non approfitta mai di questa sua condizione. Porta via un libro dal banchetto del vecchio scorbutico? Una volta finito glielo riporta e gli compra un muffin al cioccolato per ringraziarlo, anche se lui non la ricorda. Certo, i soldi che usa non sono i suoi, trovo però ammirevole che li usi per pagare al suo baretto del cuore.

Questa storia ci mette nella condizione di dover pensare a cosa avremmo fatto al suo posto, e detto tra noi, io non avrei avuto il suo coraggio.

INFO

Autore: Victoria Schwab
Pagine: 492
Prezzo: € 24
Uscita: 24/11/2020
Genere: FantasyHorror
Casa Editrice: Mondadori

TRAMA

“Non pregare mai gli dèi che sono in ascolto dopo il tramonto.”. E se potessi vivere per sempre, ma della tua vita non rimanesse traccia perché nessuna delle persone che incontri può ricordarsi di te? Nel 1714, Adeline LaRue incontra uno sconosciuto e commette un terribile errore: sceglie l’immortalità senza rendersi conto che si sta condannando alla solitudine eterna. Tre secoli di storia, di storie, di amore, di arte, di guerra, di dolore, della solennità dei grandi momenti e della magia di quelli piccoli. Tre secoli per scegliere, anno dopo anno, di tenersi stretta la propria anima. Fino a quando, in una piccola libreria, Addie trova qualcuno che ricorda il suo nome.

Shades of Magic – Il Principe d’Acciaio

Shades of Magic – Il Principe d’Acciaio

Shades of Magic Il Principe d Acciaio
  • Personaggi 75% 75%
  • Worldbuilding 75% 75%
  • Fluidità 85% 85%
  • Cover 80% 80%
  • E il finale 90% 90%

Shades of Magic – Il Principe d’Acciaio

Recensione: Lo dico così, senza nessun giro di parole. Amo Maxim Maresh. 

Maxim è il principe della Londra Rossa e per volere del padre Nokil, che lo ritiene ancora troppo giovane e impudente, deve partire per Verose e dimostrare che è capace di tener salde le redini delle sue truppe. Ovviamente, il posto non vive secondo le regole della corona, così Maxim è costretto a ricominciare da zero su tutti i fronti. 

Imparare a combattere veramente, è il primo schiaffo che riceve una volta arrivato a destinazione. Lui è bravo e padroneggia abbastanza magia da permettergli di comunicare con gli oggetti di metallo ma, ha sempre combattuto con gente che in fondo era terrorizzata dal suo status e quindi, non si è mai dovuto scontrare con veri nemici. Adesso la musica è cambiata e solo con l’aiuto di Isra riuscirà a colmare un pò di questa ignoranza. 

La seconda cosa, è che il suo titolo non lo rende veramente al di sopra di tutti. Maxim per realizzare la sua impresa, dovrà mettersi allo stesso livello degli altri soldati in modo da conquistare la loro fiducia ma, dovrà usare l’astuzia anche per sconfiggere i nemici, perchè non basterà più far tremare tutti minacciandoli con provvedimenti reali. 

Maxim mi è piaciuto come personaggio, perchè non è il classico nobile borioso che prima di capire come si vive veramente, deve sbattere il muso contro il primo muro. Lui vive di valori buoni e si, anche con una certa dose di fette di salame sugli occhi ma l’ho trovato caruccio, anche perchè non è proprio propio un sempliciotto. 

Oltre a lui mi è piaciuta anche Isra, il “capo” gruppo prima dell’arrivo di Maxim. 

Lei è molto forte e schietta, quel tipo di persona un pò ruvida ma che pur di salvarti sarebbe capace di andare incontro a morte certa. Cosa che tra l’altro succede, però non vi dico come e perchè. 

I disegni li ho trovati spaziali, un mix tra l’esser privi di fronzoli ma di grande effetto. Graffianti ma con una certa armonia. 

Si è capito che mi è piaciuto? Questo è il primo approcio che ho con la Schwab, quindi sono ben felice di leggere La vita invisibile di Addie La Rue.

INFO

Autore: Victoria Schwab
Pagine: 128
Prezzo: € 20
Uscita: 03/11/2020
Genere: NarrativaFantasy; Graphic Novel
Casa Editrice: Mondadori

TRAMA

L’acclamato fenomeno fantasy Shades of Magic diventa un graphic novel con questo emozionante prequel.

In un mondo illuminato dalle lampade a gas e popolato da maghi che viaggiano tra dimensioni parallele, il principe della Londra Rossa deve abbandonare la protezione della corte reale, fronteggiando qualcosa di peggio dell’esilio.