La repubblica dei ladri. The Gentleman Bastard di Scott Lynch
  • Personaggi 75% 75%
  • Worldbuilding 70% 70%
  • Fluidità 65% 65%
  • Cover 80% 80%
  • E il finale 70% 70%

La repubblica dei ladri. The Gentlemen Bastard

Feb 22, 2021 | 01_DA PUBBLICARE, 2021, Libri

Recensione: Siamo giunti a quella che per me sarebbe dovuta essere la fine.

Cercate di capirmi, quando ho iniziato a leggere questo libro ero assolutamente certa che stessimo parlando di una trilogia decisamente cicciosa. Anche perché, sono volumi corposi e l’idea di andare troppo oltre mi fa un pò paura.

Non sono una grande appassionata delle saghe eterne, solitamente mi annoio a nemmeno metà del percorso, come ad esempio La Casa della Notte, che ho mollato dopo l’ottavo libro e già ero arrivata più in là di quello che avrei voluto. Per la stessa solfa, anche il Trono di Spade non rientra nel mio cuore, anche se avrebbe tutti i requisiti per farsi amare.

Comunque sia, La repubblica dei ladri è stato il volume che meno mi ha colpito.

Locke e Jean rimangono i Bastardi del mio cuore, ormai sono una coppia rodata che ho imparato ad amare ma, questa volta facciamo la conoscenza effettiva di Sabetha.

Lei è l’amore indiscusso di Locke e si vedono le conseguenze. Su di lui.

Sappiamo che l’amore smuove mari e monti, così Scott Lynch mentre ci racconta una nuova avventura, decide che è arrivato il momento di entrare nel profondo del passato di questi personaggi.

I flashback sono forse la parte che ho più apprezzato, più per il fatto che ho trovato interessante saper qualcosa in più di come loro sono diventati a pieno titolo dei Bastardi. Interessante anche il presente, eppure a mio avviso manca qualcosa.

Mi capita spesso di parlarvi di libri di transizione, quelli che subiscono in peso dell’essere più che altro storie di passaggio.

Ero tanto contenta la volta scorsa di non esser incappata in un macigno noioso, che il fato mi ha voluto pungolare. Non è un brutto libro, anzi, solo che io mi annoio troppo velocemente.

Lo so, lo so.

Ci sono combattimenti, intrighi e amore, come posso dire di essermi annoiata?

Il problema è sempre lo stesso; il modo.

Una storia può aver tutti i twist del mondo ma se per qualche ragione, manca qualcosa, quel vuoto io lo sento fortissimo. Posso non capire esattamente dove sia la mancanza, però sento che c’è e qui, l’ho sentita.

Quello che più mi fa paura, è aver notizie reali per il prossimo, visto che non è ancora uscito in lingua anche se in teoria viene segnata una data già passata e capire come verrà gestita questa megastoria. Perché insomma, se sono veramente sette libri così grandi, io pretendo che poi ci sia la ricerca del sacro Grall.

Come minimo.

INFO

Autore: Scott Lynch
Pagine: 732
Prezzo: € 18
Uscita: 01/12/2020
Genere: Fantasy
Casa Editrice: Mondadori

TRAMA

Doveva essere il colpo più clamoroso della loro carriera, invece si è rivelato un… clamoroso fiasco. Così Locke e il suo fedele compagno Jean sono riusciti a malapena a salvare la pelle. Almeno, Jean ci è riuscito: Locke sta morendo, avvelenato in modo lento ma inesorabile da una sostanza che nessun alchimista o dottore può combattere. Ma quando la fine sembra ormai vicina, una donna misteriosa offre a Locke un’opportunità che potrà salvarlo, o ucciderlo. Le elezioni del Konseil sono imminenti, e le diverse fazioni hanno bisogno di una pedina da muovere a loro piacimento. Se Locke acconsente a essere quella pedina, con un incantesimo la donna estrarrà il veleno dal suo corpo, anche se l’operazione sarà talmente dolorosa da fargli desiderare la morte. Locke non ci pensa proprio, ma due elementi lo inducono a cambiare idea. Primo, le suppliche di Jean. Secondo, un nome femminile pronunciato dalla maga: Sabetha, l’amore della sua vita, abile e arguta quanto lui, e ora la sua più grande rivale. Locke si è innamorato di Sabetha al primo sguardo, quando era un giovane orfano e apprendista ladro. Ma dopo un corteggiamento tumultuoso, Sabetha se n’è andata. Ora si ritrovano nuovamente uniti in uno scontro. Di fronte all’unica persona che sia in grado di tenergli testa – nel gioco dell’amore e in quello degli inganni – Locke deve scegliere se combattere Sabetha, o sedurla. Una decisione da cui potrebbero dipendere le vite di entrambi.